Intervista a Lorenzo Flabbi su Annie Ernaux e L’orma editore

VITA DA EDITOR

Annie Ernaux, Il posto e Gli anni, L'orma editoreLorenzo Flabbi ha insegnato letterature comparate alle università di Paris III e Limoges e nel 2012 ha fondato L’orma editore insieme a Marco Federici Solari: una realtà editoriale attenta ai fermenti culturali di area franco-tedesca e che propone testi che non rifuggono dalla letterarietà, cercando di ribaltare la tendenza comune a svalutare il lettore, a considerarlo disinteressato a tutto ciò che non sia mero intrattenimento. Un esempio di questa politica editoriale sono gli ultimi due romanzi di Annie Ernaux,Il posto e Gli anni, tradotti dallo stesso Flabbi e capaci di riscuotere un ampio apprezzamento di critica e pubblico, nonostante reinventino l’idea di narrativa alla quale ci stiamo assuefacendo. Quella di Annie Ernaux è, infatti, una scrittura scarnificata e franta, che rinuncia alla solidità della struttura e a ogni leziosità stilistica per denudare l’essenza dei ricordi e dei sentimenti.
Il posto è una dolente storia famigliare…

View original post 2.634 altre parole

parlando di libri…

Partiamo dal presupposto che amiamo acquistare libri perchè è nella nostra natura,
perchè vittime di shopping compulsivo cartaceo,
perchè il profumo della carta fresca di stampa ci inebria…dunque…torniamo a casa con i nostri libri nuovi…
ma non possiamo leggerli subito…impossibile…devono prima diventare parte del nostro mondo…
hanno diritto alla loro “dimora” nelle nostre librerie, collocati accanto ai propri “simili” (altrimenti quando distogliamo lo sguardo sai che lotte furibonde!)…devono respirare il profumo delle nostre case, fare amicizia con gli altri volumi, perdere un po’ della loro “individualità” per armonizzarsi con il nuovo ambiente: il nostro…
Quando li vedremo, passando davanti alle mensole, gli regaleremo un sorriso, come si fa con un bambino che da poco ha fatto ingresso in una nuova classe e si sente ancora disorientato in mezzo ai compagni sconosciuti…
allora, come la carezza fugace sulla guancia del bambino per rassicurarlo, li prenderemo in mano, ne sentiremo cantare le pagine sfogliandole, leggeremo qualche passo…
Poi, un giorno, quando i tempi saranno maturi, quando la contingenza della nostra vita avrà bisogno proprio del messaggio di quel libro, lui ci chiamerà, cominceremo a leggerlo…ed inizierà l’amicizia di una vita.

© Teresa Pirera